Pronome indefinito

I principali pronomi e aggettivi indefiniti sono i seguenti:

kàs “qualcuno, qualcosa”; si declina come il pronome interrogativo;

kas nórs “qualcuno, qualcosa” (uno, una cosa qualsiasi); si declina solo il primo elemento;

kažkàs “qualcuno, “qualcosa” (non si sa chi, non si sa che cosa); si declina come kàs;

v¡enas (3) “uno”; si declina come gli aggettivi della 1ª classe;

kóks “un certo”; si declina come tóks;

kurìs “qualche”; si declina come l’interrogativo;

bet kàs, bet kóks, bet kurìs “chiunque, qualunque cosa”; si declina solo il secondo elemento di ciascuno;

kai kuriẽ (pl.) “alcuni”; si declina solo il secondo elemento: v. kurìs interrogativo;

vìskas (1) “tutto”; si declina come kàs (il gen. è vìsko);

visì (4) “tutti”; si declina come gli aggettivi della 1ª classe; al singolare significa “tutto intero”: visà dienà “l’intero giorno”;

kiekv¡enas (3) “ciascuno”; si declina come gli aggettivi della 1ª classe;

kìtas (4) “altro”; si declina come gli aggettivi della 1ª classe. Per il valore di “l’un l’altro” si usa v¡enas, sempre al nominativo, e una forma declinata di kìtas: p.es. jìs v¡enas kìtą mýli “si amano l’un l’altra”; se c’è una preposizione, essa precede v¡enas: p.es. añt v¡enas kìtą “l’uno sull’altro”;

niẽkas “nessuno, niente” (pron.); si declina come kàs (il gen. è niẽko);

jóks “nessuno” (agg.); si declina come tóks.

Articoli correlati:

  1. Pronome interrogativo
  2. Pronome relativo
  3. Pronome dimostrativo