News Menu

Lituano arrestato a Rimini per furto

November 26th, 2011

Giovedì scorso una donna cinese di 36 anni ha subito il furto della sua BMW da 60mila euro, in via Coriano, nel centro commerciale Gros.
La donna, non parlando italiano, non ha potuto allertare i carabinieri una volta accortasi della sparizione della sua auto, perciò ha dovuto rivolgersi ad un suo connazionale perché intervenisse ed intercedesse per lei con le forze dell’ordine.

Gli agenti, intervenuti prontamente alla chiamata, hanno rintracciato, sulla strada statale 16, il veicolo rubato alla cui guida sedeva un 31enne di passaporto lituano che, dopo essere stato bloccato dalle fiamme d’argento, ha tentato invano di abbandonare l’auto e darsi alla fuga.

Il giovane, dopo essere stato arrestato, è stato condotto alla centrale con l’accusa di furto aggravato.

L’Aquila, lituano fermato per furti in appartamento a Coppito

August 23rd, 2011

Lunedì sera la Squadra Volanti ha arrestato a Coppito, presso un’abitazione privata, un lituano resosi responsabile di alcuni furti.

I proprietari avevano sorpreso e bloccato una persona che si era introdotta nell’appartamento, la Volante – informa una nota della Questura – è sopraggiunta in pochi minuti, grazie ad un accurato piano di suddivisione del territorio tra gli equipaggi presenti per ciascun turno, e sul posto gli operanti hanno accertato che uno straniero di nazionalità lituana si era introdotto in casa, tramite il tubo discendente della grondaia, che era stato abilmente scalato. Il giovane non ha opposto resistenza ed è stato accompagnato dagli agenti della Polizia di Stato in Questura per gli accertamenti di rito, per i quali è stato necessario reperite un interprete, dato che comunicava solo nella propria lingua. Il fermato è stato identificato per B.M., di nazionalità lituana.

Mentre era in corso l’intervento, la sala operativa del 113 ha ricevuto un’altra richiesta da parte degli inquilini di un’abitazione vicina, che avevano scoperto che alcuni elettrodomestici erano stati asportati dall’interno e lasciati sulla strada, evidentemente in attesa di essere prelevati con un automezzo, dato il loro ingombro. Le indagini del personale operante si stanno sviluppando sul collegamento tra i due tentativi di furto.

L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e rimarrà presso la casa circondariale di Avezzano fino alla celebrazione del processo per direttissima.

Armi e refurtiva dentro l’auto di un lituano

August 12th, 2011

La bici sul tetto dell’auto, il bagagliaio pieno di valigie, l’aria rilassata e danarosa: il look da perfetto turista. Ma il giovanotto lituano che con la sua Alfa aveva ignorato un semaforo rosso in largo Cairoli ha insospettito ugualmente gli agenti del Nucleo Operativo della Polizia locale, che hanno deciso di perquisirlo come si deve. E i fatti hanno dato loro ragione. Sono saltati fuori non solo una Beretta 9×21 parabellum con due caricatori e la matricola abrasa, ma anche una katana (una spada giapponese), un bilancino, cinquanta orologi: e, nascosti tra costumi e asciugamani, uno straordinario campionario di grimaldelli. Il lituano è stato immediatamente dichiarato in arresto: il sospetto dei «ghisa» è che possa trattarsi di uno specialista internazionale dei furti in appartamento, uno di quei freelance che girano il mondo per compiere imprese su commissione.