Euro lituano

Accedendo all’Unione Europea la Lituania si è assunta l’impegno e l’obbligo di adottare la valuta unica dell’UE nel prossimo futuro. L’entrata in vigore dell’euro rafforzerà certamente l’attrattiva negli investimenti ed incoraggerà le relazioni commerciali, creando a lungo andare delle condizioni più favorevoli per lo sviluppo dell’economia nazionale.

La decisione sulla data da fissare per l’adozione dell’euro da parte di ogni Stato facente parte dell’Unione Europea spetta all’Ecofin Council, Ente preposto agli Affari Economici e Finanziari.

La Lituania aveva pianificato l’entrata in vigore dell’euro a partire dal 1 Gennaio del 2007 ed aveva preparato con dovizia la sostituzione della valuta, sfortunatamente però l’inflazione su base annuale si assestò su un valore lievemente superiore al limite massimo consentito dal Trattato di Maastricht. Perciò nel Maggio del 2006 la Commissione Europea decise di rinviare la candidatura della Lituania e mantenere in corso la valuta corrente.

Nel Dicembre del 2007 il Governo ha approvato il Programma di Convergenza della Lituania. Vale a dire che la Lituania continuerà a lavorare per entrare nella zona euro dopo aver mancato anche la seconda scadenza fissata per l’inizio del 2010.

Il 30 Maggio del 2005 il Governo della Repubblica Lituana ha dato vita ad una Commissione per il Coordinamento nell’Adozione dell’Euro ed ha fissato gli obiettivi principali per assicurarsi di preparare adeguatamente l’implementazione del Piano Nazionale di Sostituzione.

Il Governo Lituano ha approvato il piano con la Risoluzione No. 1050 del 29 Settembre del 2005. Una seconda versione del Piano è stata poi ratificata nell’Aprile del 2006.

Ogni Nazione Europea che ha adottato la moneta unica si assume il diritto di apporre su uno dei lati delle monete una propria raffigurazione, l’altro rimane comune. Tutte le monete coniate in Lituania avranno apposto sul lato nazionale l’emblema lituano di Vytis, la decisione è stata presa in seguito ad un sondaggio tenuto dalla Banca Centrale di Lituania.

14 artisti hanno partecipato al concorso indetto dalla Banca di Lituania nel 2004 per un totale di 54 modelli. La Commissione giudicante ha selezionato in una prima fase cinque dei lavori presentati per una successiva valutazione. Il lavoro dello scultore Antanas Zukauskas è stato poi giudicato il migliore.

Nel Febbraio del 2005 la Banca di Lituania ha approvato i tre modelli da utilizzare per la creazione del conio: il primo per le monete da 1 e 2 euro; il secondo per le monete da 10, 20 e 50 centesimi; il terzo per quelle da 1, 2 e 5 centesimi. Il cavaliere Vytis sarà circondato dalle 12 stelle simbolo dell’Unione Europea. Tutte le monete verranno coniate nella Zecca di Stato che ha sede a Vilnius.

1 euro 2 euro
50 euro cent 20 euro cent 10 euro cent
5 euro cent 2 euro cent 1 euro cent